Fiat 500L Cross 2017: prima prova

La Fiat 500L Cross 2017 provata su strada con il 1.3 MultiJet da 95 cavalli

Di Mirco Magni

Fin dal lancio, nel 2012, la Fiat 500L ha riscosso il consenso del pubblico europeo. Dopo cinque anni è però arrivato il momento di rinfrescare la piccola monovolume, così al Lingotto hanno deciso di aggiornare sensibilmente la gamma, cambiando nomenclatura e introducendo nuove tecnologie negli interni e un design rivisitato, ma non troppo. Quest’ultima scelta è stata dettata proprio dai consumatori: stravolgere linee che hanno portato la Fiat 500L a essere la regina del suo segmento non avrebbe avuto senso.

Partendo dal presupposto, sottolineato dalla stessa Fiat, che tra le mpv compatte un’auto ogni 4 è una Fiat 500L, mi sono messo al volante di quella che dovrebbe essere una delle versioni più importanti per il mercato italiano, la 1.3 MultiJet diesel da 95 cavalli. Per mettere in evidenza la rinnovata anima da crossover urbano di questo modello ho scelto l’allestimento Cross, pensato per essere utilizzabile senza problemi anche su strade bianche e sentieri poco impegnativi. Proprio per questo c’è una nuova manopola che consente di modificare le impostazioni di guida, il Drive Mode Selector.

Prima di salire al posto di guida ho osservato con attenzione una delle parti più importanti di un’auto come questa: il bagagliaio. Capace di contenere fino a 455 litri il baule ha un comodo fondo rigido che può essere sistemato su diverse altezze, così da poter sistemare al meglio il carico. Con gli accessori Mopar si può poi rendere ancor più pratico il vano bagagli, installando reti e sistemi di fissaggio per ogni tipo di esigenza. Il divano posteriore può anche scorrere in avanti, ampliando ulteriormente lo spazio a disposizione per i bagagli e permettendo ai passeggeri posteriori di inclinare lo schienale, così da viaggiare comodi.
Chi siede dietro ha a disposizione davvero tantissimo spazio, sia per la testa, sia per le gambe: non sembra di essere su un’auto lunga solo 4 metri e 28 centimetri (4 in più della Fiat 500L Urban). Se però si viaggia da soli si possono richiudere completamente i sedili posteriori facendoli ribaltare in avanti e creando un vano di carico da ben 1.480 litri. Se ciò non bastasse si può optare per la Fiat 500L Wagon con il suo bagagliaio da 638 litri ampliabile a 1.784.

Migliorata anche la praticità degli interni che ora vantano nuovi vani, alcuni dei quali illuminati, capaci di contenere tutto ciò che serve nelle guida quotidiana. Il cruscotto è stato totalmente rivisto ma, davanti al passeggero, sono rimasti i classici vani che permettono di stipare documenti e oggetti vari. Tra le novità principali la prima cosa che si nota è il volante, più sottile al centro ma sempre bello da tenere tra le mani, seguita subito dal nuovo quadro strumenti, ben leggibile e piacevole esteticamente, e dalla novità tecnologica principale di questo restyling, l’impianto di infotainment Uconnect HD Live da 7 pollici.

Si tratta di un sistema multimediale perfettamente integrato nella plancia che sfrutta uno schermo capacitivo di grandi dimensioni e può interfacciarsi con Apple Carplay e Android Auto. Il funzionamento è nettamente migliore rispetto al sistema che è andato a sostituire e anche la facilità d’utilizzo è superiore. I controlli tattili sono precisi e, a prima vista, tutte le funzioni “girano” bene senza alcun problema. Tra le altre novità tecnologiche c’è spazio anche per la sicurezza con una nuova telecamera per l’Autonomous City Brake che frena automaticamente in caso di pericolo fino a una velocità massima di 30 chilometri all’ora.

Voto 8 Primo Contatto

Finita l’analisi degli interni giro la chiave per accendere l’auto e noto subito una frizione estremamente morbida, dalla corsa non troppo lunga ed estremamente semplice da usare. Il cambio, cinque marce manuale, ha innesti facili ma ben contrastati e nonostante l’esigua potenza del milletre, permette alla Fiat 500L Cross di muoversi bene. I 95 cavalli e 200 Nm del quattro cilindri a gasolio non fanno rimpiangere motori di cubatura maggiore. La Fiat 500L è abbastanza scattante ai semafori e non è niente male nemmeno in ripresa: il 95 cavalli, anche in salita, ha un’erogazione fluida e, pur non essendo eccessivamente brillante, non costringe a continui cambi di marcia, nemmeno ai regimi più bassi.
Buona anche la guidabilità con uno sterzo morbido e leggero ma non troppo diretto, ben abbinato all’assetto rialzato di 25 millimetri che contraddistingue la Cross. Nonostante l’auto sia piuttosto alta la guida non ne risente eccessivamente: il rollio c’è ma non è eccessivo e la tenuta è più che buona. Se poi si vuole un’auto più divertente da guidare basta lasciare da parte le versioni Cross e scegliere una Fiat 500L tradizionale. Per chi invece ha una famiglia numerosa, o grandi esigenze di carico, c’è la Fiat 500L Wagon con la possibilità di portare fino a 7 persone.

La gamma comprende cinque diversi motori. Oltre alla 95 cavalli, disponibile anche con cambio automatico Dualogic, nell’offerta a gasolio c’è anche un 1.6 MultiJet da 120 cavalli, stessa potenza del benzina 1.4 Tjet: se si vuole un benzina meno potente c’è anche il 1.4 aspirato da 95 cavalli. Per gli animi più green sono invece disponibili le versioni bifuel, con la Fiat 500L GPL con il 1.4 Tjet da 120 cavalli e la Fiat 500L Natural Power a Metano con il Twinair da 80 cavalli. I prezzi partono da 18.420 euro ma, in offerta lancio, Fiat propone la 500L a 14.900 euro con il finanziamento Menomille. Per avere una Fiat 500L Cross 1.3 MultiJet come quella che ho provato servono invece 25.270 euro. Si tratta di cifre interessanti per un’auto di questo tipo, soprattutto tenendo conto delle promozioni offerte da Fiat.

Fonte: Autoblog.it

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top