Mercedes GLA 2017, la nuova Stella all’orizzonte: il nostro dossier

Di Marco Castelli

Con il suo lancio, il marchio della Stella vuole mandare al mercato un messaggio chiaro: il “Suv Attack”, ovvero l’offensiva di prodotto nella categoria delle Sport Utility, non si ferma. Anzi, prosegue a tutta velocità. E il capostipite, nonché ambasciatore, della gamma sarà proprio lui. Il nuovo Mercedes GLA 2017. Che si ripresenta sul mercato italiano con alcune importanti novità in termini di stile, equipaggiamenti e propulsori. E sarà ancora più adatto alle esigenze della clientela fleet.

IL LOOK

Ciò che balza subito agli occhi, infatti è il look del nuovo modello: in confronto alla precedente generazione, il nuovo Mercedes GLA 2017 (guarda il nostro video slide-show della vettura) è “più Suv”. Fin dal primo impatto, l’impressione è quella di una maggiore sportività e muscolosità. Merito, in primis, della nuova mascherina del radiatore con lamelle forate, dei paraurti – anteriore e posteriore – ridisegnati e soprattutto delle sospensioni “Offroad” di serie, che rendono la vettura più alta di 30 millimetri.

Sempre in ottica di comfort, poi, i progettisti tedeschi hanno notevolmente arricchito l’equipaggiamento. Qualche esempio? I fari Led High Performance, che sostituiscono i bixeno, i nuovi tessuti per i rivestimenti dei sedili (un esempio è la pelle nera, esclusiva del pacchetto Comfort Exclusive), e i comandi cromati che impreziosiscono una strumentazione interna completamente ridisegnata.

Sono inoltre disponibili alcuni optional premium indispensabili per i driver delle flotte, come i cerchi in lega da 18 pollici, i roof rails (le barre sul tetto, ndr.), il tirefit e il sofisticato sistema Audio 20 CD con predisposizione al navigatore.

Fonte: Fleetmagazine.com

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top