Porsche 718 Cayman: tranne gli extra, il resto è gioia

Provate Per Voi

Plancia e comandi
Lo stile dell’abitacolo della Porsche 718 Cayman S è inequivocabilmente Porsche. Basta dare un’occhiata alla sottile plancia, nella quale, rispetto al modello precedente, sono state riviste le bocchette dell’aria (che, però, continuano a riflettersi nel parabrezza). I comandi sono tutti vicino al guidatore, ma i tasti nella consolle (per gestire la climatizzazione, il sistema multimediale e le impostazioni della vettura) sono tanti e tutti in basso: rischiano di far distrarre. La qualità non manca e neppure la sensazione di modernità: d’effetto lo schermo di 7”, che si utilizza come un tablet. Ma alcuni optional sono fuori luogo in un’auto di questo prezzo; per esempio, il climatizzatore automatico bizona.

Abitabilità
Una volta calati nei sedili ci si trova a proprio agio: si sta seduti in basso, ma per nulla scomodi, e lo spazio in altezza né quello per le gambe mancano, nonostante l’ingombro del tunnel centrale. A proposito di sedili, vale la pena scegliere quelli dotati di precise regolazioni elettriche e di memorie: sono optional, come i rivestimenti in pelle e lo stemma Porsche nei poggiatesta.

Bagagliai
Premendo due pratici tasti a sinistra del sedile di guida (o quelli sul telecomando della vettura) si sbloccano i cofani dei due bauli. Quello anteriore non è piccolo (150 litri), ma ha il fondo a scalini: meglio usare più borse di piccole dimensioni. Il vano posteriore è un po’ più grande (184 litri) e permette di disporre i bagagli su due livelli: quelli posti in alto vanno fissati agli anelli, per evitare di esserne colpiti in frenata. La parte bassa è profonda 21 cm e ci stanno un mini-trolley e una borsetta. Curate le finiture (anche per il baule anteriore); assai eleganti i dettagli color alluminio sopra il motore.

Fonte: AlVolante.it

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top