Blog

Le Ultime News

Salone dell’Auto di Ginevra tutto quello che c’è da sapere

Dal 9 al 19 marzo torna la kermesse più attesa del mondo dell'auto. Otantamila metri quadrati della fiera al Palaexpo di Ginevra 180 espositori, p 900 modelli di vetture

Di Savina Confaloni

C’è chi lo definisce un «Boutique Salon», una boutique di lusso per le dimensioni e la qualità, chi, come il suo presidente Maurice Turettini fa notare la peculiarità di essere diventato anche un vero e proprio «selling show» perché circa la metà dei visitatori, il 48% per l’esattezza da una indagine dello scorso anno, compra un’auto nuova nei mesi successivi alla kermesse ginevrina. Resta il fatto che il Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, arrivato alla sua 87° edizione, ogni anno stupisce per il numero di premiere mondiali ed europee, e l’afflusso sempre crescente di pubblico.
Riflettori

Un appuntamento che nessuno dei grandi costruttori si perde, ed ecco che quest’anno, nei circa 80mila metri quadrati della fiera al Palaexpo di Ginevra, dal 9 al 19 marzo, 180 espositori porteranno in mostra circa 900 modelli di vetture. Sono in tutto 148 le anteprime mondiali ed europee: riflettori puntati sulle italiane, con l’unveiling della nuova Ferrari 812 Superfast, e la presentazione al pubblico della Alfa Romeo Stelvio. E poi debuttano la Opel Insinia Grand Sport e Sport Tourer, la nuova Ford Fiesta e Seat Ibiza, la Subaru XV, la Mitsubishi Eclipse, la VW Arteon che va a sostituire la Phaeton e vede un ritorno alla classe Premium, e la seconda generazione delle super series McLaren. «A Ginevra non ci sono i costruttori con le supercars, ma arrivano tutti i più importanti tuners e designers a livello internazionale- spiega il Presidente del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra Maurice Turretini- e questa è proprio una caratteristica fondamentale del nostro Motorshow, mettere insieme grandi costruttori, tuners, e stilisti, creando una atmosfera incredibile con vetture straordinarie».
Debutti

Ecco che tra vetture di serie e concept, scopriremo produzioni in serie limitata come la nuova Glickenhaus SCG003S da due milioni di dollari, che il miliardario americano James Glickenhaus ha prodotto con la Manifattura Automobili Torino, la Touring Superleggera, la nuova supercar firmata Italidesign, Bugatti e Koenigsegg. Anteprima mondiale anche per la nuova supercar del costruttore indiano Tata, l’auto da sogno realizzata da Pininfarina di Emerson Fittipaldi e la sportivissima del costruttore inglese David Brown Automotive. Da non perdere come sempre l’esposizione speciale di TagHeuer nel Padiglione 3, con auto sportive come la Porsche 911R e la Showcar della Red Bull Racing-Tag Heuer, e simulatori di guida per la gioia dei più giovani.
Under 30

«Perché abbiamo notato -dice il Presidente del Salone Turrettini- che tra i visitatori ci sono molti più giovani under 30 di quanto ci aspettassimo, smentendo il luogo comunque che le giovani generazioni non sono interessate a questo genere di eventi automobilistici». A inaugurare la rassegna svizzera sarà come di consueto l’elezione dell’auto dell’anno lunedi 6 marzo alle 15.00: la giuria composta da 58 giornalisti provenienti da 22 paesi europeì dovrà scegliere «the Car of the Year» fra le sette finaliste Alfa Romeo Giulia, Citroen C3, Mercedes Classe E, Nissan Micra, Peugeot 3008, Toyota C-HR e Volvo S90/V90. Il salone sarà aperto dalle 10.00 alle 20.00 nei giorni infratsettimanali e dalle 9.00 alle 19.00 sabato e domenica con la vendita biglietti anche online sul sito www.gims.swiss

Fonte: Motori.Corriere.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top