Una pallottola spuntata

Di Marco Di Pietro

Dopo quasi due anni d’indagine, l’Antitrust ha chiuso l’istruttoria sull’Aniasa e sulle società di noleggio a lungo termine avviata a metà del 2015: l’accusa di aver tenuto comportamenti lesivi della concorrenza si è squagliata come neve al sole. Gli sceriffi dell’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) hanno dimostrato che le pallottole delle loro pistole sono spuntate: non c’è stata alcuna strategia in comune tra gli operatori per creare un cartello contro la libera concorrenza. Soddisfazione (misurata) da parte dell’Aniasa e delle 23 società associate messe sul banco degli imputati. Amarezza da parte del sottoscritto (altrettanto contenuta) per come i soldi dei contribuenti vengono spesi dall’organismo del Garante.

Due anni di lavoro certosino per arrivare alle conclusioni cui FleetBlog era giunta già nel post pubblicato il 5 agosto 2015 (vedi http://www.fleetblog.it/2015/08/05/lantitrust-indaga-sui-noleggiatori-forse-e-un-colpo-di-sole/ ). Nel frattempo il lavoro delle Commissioni di Aniasa si è bloccato, l’apparato statistico dell’Associazione ha rallentato la diffusione di informazioni utili al mercato. Questa è la vera mancanza di trasparenza: certo non provocata dai noleggiatori, ma indotta (ed è veramente paradossale) proprio dagli organi preposti alla vigilanza! Comunque, voltiamo pagina.

Perché il mercato continua a rispondere positivamente all’offerta dei noleggiatori. Con quote sempre più significative per il renting, nonostante la piccola flessione di aprile (-2% secondo Dataforce), peraltro dovuta alla mancanza di due giornate lavorative rispetto allo stesso mese del 2016. Considerando il noleggio a lungo termine più quello a breve, ormai un’immatricolazione su quattro è effettuata da questo canale di distribuzione. Parallelamente, le immatricolazioni dirette delle aziende sono in flessione. Il noleggio a lungo termine si conferma la soluzione preferita dalle aziende. Ma non solo: attecchisce anche tra i privati, le ditte individuali e gli artigiani.

Fonte: Fleetblog.it

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top