Valori residui delle auto elettriche: a che punto siamo?

I valori residui delle auto elettriche rappresentano un tema di cruciale importanza, quando si parla di veicoli a zero emissioni.

Come abbiamo visto nella nostra survey di un anno fa, i Fleet Manager hanno molta fiducia nel futuro dell’auto elettrica, ma attualmente questa tipologia di veicoli fatica a entrare nei parchi auto aziendali. Certo, ci sono problematiche evidenti legate ai tempi di ricarica dei veicoli e alla carenza di infrastrutture di ricarica, ma c’è anche una questione legata ai valori residui.
VALORI RESIDUI DELLE AUTO ELETTRICHE: UN NODO FONDAMENTALE

I valori residui sono un aspetto decisivo nel noleggio di un’auto aziendale. Se si prevede che una vettura, infatti, avrà un elevato appeal sul mercato dell’usato al termine dei classici tre anni di contratto, il suo canone sarà certamente conveniente.

In caso, invece, il valore residuo attribuito dalla società di noleggio (ovviamente in collaborazione con i principali quotatori) sia basso, il prezzo mensile rischia di “schizzare” inesorabilmente in alto, portando così il Fleet Manager a scegliere un altro modello.

Trasportando questo concetto alle auto elettriche, è possibile individuare immediatamente un ostacolo che influisce molto sui valori residui: l’assenza di uno “storico” per quel che concerne l’usato. Un dato di fatto che rischia di compromettere gli indubbi vantaggi che un veicolo a zero emissioni presenta a livello di costo totale di utilizzo.

AUTO ELETTRICHE, IN ITALIA L’USATO NON ESISTE

“Un mercato italiano di auto elettriche usate non esiste” testimonia a chiare lettere Massimiliano Amati, responsabile Analisi di Mercato di Quattroruote Professional. La maggior parte dell’immatricolato a zero emissioni, infatti, al termine della sua “prima vita” finisce all’estero. D’altra parte, è molto difficile che questo mercato si crei spontaneamente se non ci sono infrastrutture di ricarica per le auto elettriche.

“La tecnologia sta arrivando e in futuro arriverà anche da noi – aggiunge Amati – ma per ora l’assenza di un comparto dell’usato determina la presenza di valori residui molto variabili”.

VALORI RESIDUI E AUTO ELETTRICHE: PREMIUM È MEGLIO

C’è infatti una tipologia di vetture, quelle premium elettriche, che, per merito di alcuni parametri principali che vanno aldilà della motorizzazione (l’elevato livello tecnologico e la qualità dei materiali in primis), in buona parte dei casi presenta valori residui già oggi elevati. “In alcuni di questi casi i valori residui delle auto elettriche sono già oggi sovrapponibili a quelli di un veicolo termico” commenta Amati.

Al contrario, le citycar elettriche – che oggi in Italia vengono penalizzate anche e soprattutto dal punto di vista fiscale – prevalentemente non sono ancora in grado di competere con le pari grado a benzina e gasolio. “Basti pensare che, rispetto a un’auto elettrica premium, si possono riscontrare anche 15-20 punti in meno” spiegano da Quattroruote Professional.

IL NODO DELLA BATTERIA

Infine, quando si parla dei valori residui delle auto elettriche, c’è un altro nodo importante da considerare, quello della batteria. Come sappiamo, ci sono Costruttori che hanno deciso di inserirla a listino, altri, invece, che di default la noleggiano.

Ad un’analisi superficiale, i primi sarebbero favoriti in termini di appeal futuro sul mercato dell’usato, ma, anche in questo caso, non si tratta di una regola ferrea. “La presenza della batteria a listino favorisce la rivendibilità dell’auto elettrica, ma allo stesso tempo comporta un rischio non da poco: quello dell’usura” sottolinea Amati.

A CHE PUNTO SIAMO?

In conclusione, dunque, possiamo dire che oggi i valori residui delle auto elettriche, in prevalenza, hanno più chance di competere con quelli di un’auto termica se la vettura in questione possiede le caratteristiche tipiche del premium o del lusso.
Per il resto, il paragone non regge, anche e soprattutto perché nell’immediato è difficile, se non impossibile, immaginare una diffusione tale delle auto elettriche da far pensare, a breve, alla nascita di un mercato di “seconda mano”.

Fonte: FleetMagazine.com

Noleggioalungotermine.info-Galleria Gandhi ,21-20017-Mazzo Di Rho (Mi)-Tel.02/98996931-E-Mail:info@noleggioalungotermine.info

Lascia un Commento

Your email address will not be published.*



You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Back to top